Seguici su:
Salus Blog - come migliorare la circolazione delle gambe
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Come migliorare la circolazione delle gambe: tutti i consigli

Capire come migliorare la circolazione delle gambe può essere di aiuto per risolvere un disturbo molto comune, soprattutto nelle donne.

I problemi circolatori nelle gambe possono provocare fastidio e dolore agli arti inferiori ed essere la causa di inestetismi molto diffusi come cellulite, macchie e capillari visibili.

I sintomi di questo disturbo possono essere piuttosto evidenti e si possono presentare come episodi sporadici oppure frequenti.

Grazie ad alcuni semplici rimedi è possibile ridurli e mantenere le proprie gambe più belle e in salute.

A cosa è dovuta una cattiva circolazione?

Le cause della cattiva circolazione nelle gambe possono essere di diversa natura.

Tra le principali possono esserci:

  • sedentarietà, data da una scarsa attività fisica e dall’assunzione di posizioni sedute o sdraiate per lunghe ore;

  • temperature molto elevate in estate o in ambienti chiusi in inverno che dilatano le vene e i capillari e creano una sensazione di gonfiore alle gambe;

  • abitudine di indossare pantaloni, calze o stivali troppo aderenti che creano costrizione alle gambe e rendono difficile il passaggio del sangue;

  • viaggi aerei, che contribuiscono a una sensazione di pesantezza e di gonfiore alle gambe, soprattutto in chi ne è più predisposto, data da uno sbalzo di pressione repentino;

  • scarpe scomode o con il tacco molto alto possono comportare l’assunzione di una posizione poco naturale durante la camminata. In questo modo il corpo tenderà a scaricare il peso in modo poco omogeneo e a fare una eccessiva pressione sulla caviglia e sulla pianta del piede.
    In particolare, lo studio pubblicato sul Journal of Vascular Surgery ha messo a confronto gli effetti dell’uso di scarpe con tacco da 3,5 cm, zeppe di 7 cm e tacchi a spillo di 7 cm.
    Ciò che è stato evidenziato è che le zeppe sono la tipologia di calzatura meno indicata a favorire la circolazione, seguite da quelle con tacco a spillo.
    Le scarpe con 3,5 cm di tacco hanno dimostrato una maggiore compressione plantare, utile per la circolazione;
  • Consumo eccessivo di sale che può comportare disturbi alla circolazione sanguigna e il fastidioso inestetismo della ritenzione idrica, riconoscibile dalla pelle a buccia d’arancia;

  • Fumo, che contribuisce a ostruire vene e arterie, causando il rischio di disfunzioni circolatorie, oltre che di patologie cardiovascolari e problemi di cellulite;

  • Assunzione per molte ore al giorno della posizione con le gambe incrociate;

  • Livelli molto alti di colesterolo, che aumentano la viscosità del sangue e ne rendono difficile il passaggio.
Salus Blog - come migliorare la circolazione delle gambe

Come migliorare la circolazione delle gambe: i rimedi

Una volta comprese le cause che possono essere alla base di una cattiva circolazione, capire come migliorare la circolazione delle gambe e attuare i giusti rimedi per la circolazione può essere piuttosto semplice.

È opportuno individuare le abitudini scorrette e sostituirle con altre più adatte a garantire gambe sane.

Scegliere i giusti indumenti

Per attivare la circolazione delle gambe è importante riconoscere quali indumenti sono più adatti e quali possono, invece, comprometterla.

Leggins o pantaloni molto aderenti, infatti, possono essere diretti responsabili di questo disturbo.

È consigliabile, quindi, sostituire questi indumenti con dei pantaloni più larghi e comodi, che non stringano eccessivamente le gambe.

Quando il problema sembra essere persistente, possono essere indossate delle apposite calze elastiche o leggins ideati in modo specifico per favorire la circolazione. Questi ultimi permettono di ridurre il gonfiore e la pesantezza delle gambe e aiutano a drenare i liquidi in eccesso.

Attività fisica

Assumere la stessa posizione, da seduti o in piedi, non aiuta la circolazione del sangue delle gambe.

In questo caso, la mansione lavorativa che si svolge influisce in maniera rilevante e la soluzione possibile è quella di adeguarsi con alcuni piccoli accorgimenti.

Se durante la giornata si trascorrono molte ore seduti, è importante riuscire a fare due passi o restare in piedi almeno durante i minuti di pausa.

Nei momenti liberi, invece, è consigliabile praticare attività sportiva indicata per le gambe: la camminata e la corsa, sport acquatici come il nuoto e l’acquagym, la danza, il pattinaggio, lo sci di fondo, il ciclismo, etc.

|Sponsorizzato

Gambe sollevate

Per favorire la circolazione ed evitare gonfiore e dolori alle gambe, è consigliabile tenerle alzate per alcuni minuti al giorno o durante la notte.

Possono essere collocati alcuni cuscini, in modo da creare un rialzo e possono esservi appoggiate le gambe.

Questo rimedio è particolarmente indicato per contrastare la posizione da seduti, tipica di chi svolge lavori di ufficio.

Sono molto indicati anche alcuni esercizi che prevedono di sollevare le gambe verso l’alto e fletterle per una serie di ripetizioni con movimenti alternati.

Salus Blog - come migliorare la circolazione delle gambe

Alimentazione sana

Come per altri disturbi fisici, assumere alimenti sani può fare la differenza.

Innanzitutto, è consigliabile ridurre cibi ricchi di grassi che possono provocare l’aumento del colesterolo e, inoltre, limitare l’apporto di sale.

Esistono, poi, cibi amici della circolazione: mirtilli, ribes nero, more, zenzero, agrumi, pomodori, albicocca, noci, aglio, verdure a foglia verde e anche il tanto amato cioccolato.

Scarpe comode

Quando si cerca di capire come migliorare la circolazione delle gambe, le scarpe sono un altro ottimo rimedio.

È consigliabile indossare calzature comode, che non siano eccessivamente basse, ma nemmeno molto alte. Si potrebbe optare per un tacco di 2-3 cm che solleva il piede da terra, mantenendo comunque la sua posizione naturale.

Massaggio linfatico

Per dare sollievo a gambe stanche e gonfie anche i massaggi sono un ottimo rilievo.

Essi permettono di stimolare e favorire il microcircolo e sono ottimi trattamenti per concedersi qualche coccola in più.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email