Seguici su:
Salus Blog - giochi educativi per bambini
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Giochi educativi per bambini, quali sono?

I giochi educativi per bambini sono degli strumenti ludici che consentono al proprio bimbo di divertirsi, imparando e sperimentando.

Durante il gioco il bambino può crescere, sviluppare nuove capacità cognitive e conoscere.

Imparare divertendosi è, a qualunque età, uno dei metodi più efficaci per radicare nella mente del bambino delle basi di scrittura, matematica o di materie anche più complesse.

Ecco alcuni dei giochi educativi per bambini divertenti e stimolanti.

Il gioco nei bambini: perché è così importante

Sin dall’antichità si è evidenziata l’importanza dei giochi per lo sviluppo cognitivo, già dalla tenera età.

Già Aristotele sosteneva che il gioco non fosse solo un’esperienza fine a se stessa, ma fosse la base per costruire la propria identità e formare il proprio bagaglio delle conoscenze.

A cavallo del Novecento Maria Montessori si instaura come figura di riferimento nell’ambito della pedagogia, della neuropsicologia infantile e dell’educazione. Durante il corso della sua carriera rivolse particolare attenzione al ruolo del gioco, definendolo un’attività vitale per il bambino, essenziale per lo sviluppo psicologico, motorio e cognitivo e per la costruzione della sua identità personale.

Con il gioco il bambino è in grado di imparare ad inserirsi e comportarsi in un contesto sociale nel quale potrà instaurare delle relazioni e avere degli scambi con altri individui alla pari. In questo modo potrà costruire delle doti comunicative, collaborative, cooperative, empatiche e solidali, che sono alla base di una buona e soddisfacente convivenza nel contesto sociale in cui entrerà negli anni futuri.

Attraverso il gioco il bambino è in grado di sperimentare nuove emozioni, svilupparne la consapevolezza e, nel tempo, imparare a gestirle nei differenti contesti.

In questo ambito, i momenti di sconfitta e di insuccesso possono essere i più formativi, in quanto costituiscono un ottimo allenamento per il bambino, che permette di forgiare il carattere e di maturare.

Anche le regole che il gioco impone sono fondamentali per la sua crescita. Esse consentono di determinare una forma di educazione e insegnarli ad attuare comportamenti corretti e in linea con quanto previsto dal contesto sociale.

Infine, soprattutto in famiglia, il gioco permette di consolidare i legami affettivi e mantenere salda la presenza di figure di riferimento all’interno del nucleo familiare.

Salus Blog - giochi educativi per bambini

Giochi educativi per bambini: quali sono i migliori

Affinché un gioco sia educativo è necessario che sia stato studiato con l’intento di insegnare e deve comprendere contenuti formativi orientati a specifici obiettivi di sviluppo.

I giochi educativi per bambini consentono di imparare qualcosa di nuovo o di rafforzare le conoscenze già acquisite. L’associazione di un concetto al ricordo di un momento divertente permette di consolidare i contenuti e mantenerli nella memoria nel tempo.

Tra questi, alcuni dei più conosciuti e dei più educativi sono:

  • la palestrina, un gioco adatto ai neonati che consente di esplorare il mondo circostante sin dai primi mesi di vita e sviluppare le proprie percezioni tattili, visive e sonore.
    Per il bambino la scoperta è fondamentale e con questo tipo di gioco educativo, questo può avvenire in totale sicurezza per il bambino e tranquillità per il genitore;
  • giochi manuali come i puzzle, i mattoncini, i chiodini, i Lego, le costruzioni in legno e, più in generale, qualsiasi forma di gioco a incastro sono importanti per migliorare la coordinazione e favorire lo sviluppo logico. Se il bambino non è molto piccolo, anche giochi fai-da-te come infilare le perline e realizzare accessori di bigiotteria possono essere un’idea creativa e stimolante;
  • memory, un gioco divertente che permette di rafforzare le capacità mnemoniche del bambino e porgli delle sane sfide, divertendosi;
  • il sapientino, gioco molto amato dai bambini che permette di aiutarli a sviluppare la capacità manuale, di memoria e imparare nozioni utili;
Salus Blog - giochi educativi per bambini
  • giochi musicali, come sonagli, tamburelli, triangoli, che permettono di imparare a distinguere le note e sviluppare nel tempo il senso del ritmo;

  • la tombola delle lettere, rappresenta un modo creativo di sfruttare un gioco tradizionale di valore sociale che permette di insegnare l’alfabeto al bambino. Questo gioco può essere acquistato oppure realizzato fai-da-te in maniera piuttosto semplice. È composto da un tabellone formato da 24 immagini a cui sono associate le relative parole, con la lettera iniziale evidenziata di rosso. Le cartelle invece sono 20 e contengono solo immagini. Durante il gioco vengono estratti i cartoncini e, come per la tombola tradizionale, le vincite si hanno per l’ambo, la terna, la quaterna, la cinquina e la tombola.
    Con questo gioco viene sviluppata nel bambino la capacità di riconoscere il suono della parola e della lettera iniziale;

  • l’alfabeto tattile, ispirato al metodo Montessori. Anche in questo caso si tratta di un gioco fai-da-te che unisce l’esperienza tattile all’educazione dell’alfabeto. Per realizzarlo è necessario procurarsi del polistirolo e tagliarlo in cubetti, scavare la parte interna incidendo la forma della lettera e poi colorare il solco con un pennarello.
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email