Seguici su:
salus-blog-il-trucco-fa-male-alla-pelle
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Il make-up rovina la pelle? Come proteggerla quando ci si trucca

Il make-up è una abitudine normale di molte donne. Molte donne che amano truccarsi sono attente al benessere della loro cute e spesso si chiedono se il trucco fa male alla pelle.

Del resto, una vita frenetica in cui stress, inquinamento, alimentazione scorretta possono mettere a dura prova il benessere dermatologico, il make-up costituisce un elemento in più a cui porre attenzione per evitare di far invecchiare la pelle precocemente.

Tra verità e falsi miti è importante, dunque, capire come proteggere la pelle e quali prodotti scegliere per avere una pelle splendida anche quando ci si trucca.

Verità e falsi miti sui rischi dei make-up

Come su molti argomenti di interesse comune, anche sui rischi dei make-up per la salute della pelle molte donne hanno dubbi, che spesso alimentano la circolazione di falsi miti.

Truccarsi fa male alla pelle

La domanda principale che si fanno molte donne che usano il make-up è proprio se truccarsi tutti i giorni fa male alla pelle. In realtà, non è proprio vero, in quanto la differenza fondamentale consiste nel tipo di prodotti utilizzati.

Spesso i prodotti di bassa qualità contengono sostanze dannose per la pelle: si tratta, per esempio, di parabeni. I parabeni sono sostanze di origine petrolchimica che hanno la funzione di mantenere a lungo immutate le caratteristiche del cosmetico. Tuttavia, studi recenti hanno dimostrato che alcuni di essi sono interferenti endocrini e potrebbero aumentare le probabilità di tumori.

I cosmetici di qualità non contengono sostanze nocive per la salute e anche per quanto riguarda il make-up permettono di truccarsi senza ripercussioni sulla salute.

salus-blog-il-trucco-fa-male-alla-pelle

Il make-up invecchia la pelle

Un’altra preoccupazione che hanno molte donne che si truccano abitualmente è che il make-up possa velocizzare il processo di invecchiamento della pelle, formando rughe e segni dell’età poco piacevoli.

Anche in questo caso, molto dipende dal prodotto utilizzato: se si scelgono cosmetici con ingredienti naturali, senza siliconi e coloranti artificiali, il rischio si riduce notevolmente.

Tuttavia, per quanto riguarda il rischio di invecchiamento della pelle, ciò a cui bisogna fare maggiormente attenzione è la rimozione del trucco.

Infatti, è fondamentale che il make-up venga rimosso completamente alla fine della giornata, in modo che i pori non rimangano ostruiti. Non solo i cosmetici si seccano e rimangono attaccati alla cute, ma con essi si depositano anche i residui dell’inquinamento, non permettendo alla cute di respirare.

La pelle, tanto più quella del volto, ha necessità della giusta quantità di ossigeno e la giusta idratazione affinché possa apparire liscia, fresca e perché sia ben distesa.

|Sponsorizzato

Il make-up causa la comparsa dei brufoli

Molte ragazze, soprattutto le più giovani, temono che il trucco possa provocare la comparsa di brufoli. In effetti anche questo può succedere ma, così come avviene per l’invecchiamento della pelle, molto dipende dalla corretta pulizia del viso e dal tipo di prodotti scelti.

I brufoli, infatti, tendono a formarsi quando i pori sono occlusi e proliferano i batteri che sono causa dell’acne.

L’utilizzo di cosmetici di qualità, privi di ingredienti che provocano la chiusura dei pori, e l’attenzione verso alcune buone norme limitano notevolmente il rischio della formazione dei brufoli:

  • Scegliere prodotti di qualità e ipoallergenici;

  • Evitare di usare cosmetici sulla pelle irritata per non stimolare l’infiammazione e permettere così all’acne di svilupparsi;

  • Pulire accuratamente il viso prima di andare a dormire, rimuovendo con cura ogni residuo di make-up;

  • Evitare di coprire i brufoli con il fondotinta: il rischio è che coprendo il brufolo non abbia possibilità di respirare e che la guarigione venga ritardata o che peggiori l’irritazione cutanea.

salus-blog-il-trucco-fa-male-alla-pelle

La perfetta rimozione del trucco: i prodotti da utilizzare

La corretta rimozione del make-up è strategica per ridurre i rischi di inestetismi e dell’invecchiamento della pelle. Pertanto, non è solo opportuno rimuovere tutti i giorni il trucco, ma saper scegliere anche i prodotti adeguati a tale operazione.

Infatti, ci sono prodotti che contengono sostanze aggressive e, sebbene sembrino eliminare efficacemente il trucco, possono creare irritazioni capaci di danneggiare la pelle tanto quanto il make-up stesso.

  • Latte detergente e struccante per occhi sono tra i prodotti più utilizzati per eliminare il trucco. Talvolta, però, soprattutto quando si usano make-up waterproof, gli struccanti per riuscire a rimuovere un trucco intenso e persistente sono più aggressivi. Prima di acquistarli, dunque, è opportuno controllare gli ingredienti e verificare che non contengano sostanze dannose per la pelle.

  • L’acqua micellare è una buona soluzione per la pulizia del viso, soprattutto per quanto riguarda il fondotinta. L’acqua micellare è un prodotto molto delicato che, grazie ai suoi ingredienti naturali, non sono non danneggia la pelle, ma la cura e idrata. Pertanto, è un prodotto completo che non richiede risciacquo.

  • Le salviettine struccanti sono un prodotto molto pratico: confezionate singolarmente, sono comode da portare con sé e, senza la necessità avere a disposizione altri prodotti, rimuovono il trucco di tutto il viso. Anche in questo caso, però, bisogna fare molta attenzione alla qualità del prodotto.

  • Il guanto struccante, infine, è un prodotto di più recente diffusione che ha come punto di forza la rimozione meccanica del trucco senza la necessità di alcun prodotto cosmetico. Anche in questo caso si tratta di un prodotto molto pratico, che può essere portato con sé ovunque. Tuttavia, il guanto struccante ha anche il vantaggio di eliminare perfettamente ogni residuo riducendo drasticamente i rischi di irritazione alla pelle.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email