Seguici su:
Salus blog - occhiaie nei bambini
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Occhiaie nei bambini quando preoccuparsi

Vedere le occhiaie nei bambini può fare spaventare e in alcuni casi creare dell’allarmismo. Generalmente le occhiaie non sono un sintomo di cattiva salute o un segno di mancanza di sonno, ma possono essere causate da vari fattori, tra cui raffreddore, allergia e sinusite. Infatti, la congestione nasale è la principale causa delle occhiaie infantili. Altre cause comuni comprendono la genetica, il colore della pelle, problemi di dilatazione alle tonsille e le adenoidi.

Anche la carenza di ferro potrebbe causare le occhiaie. La carenza di ferro è abbastanza comune nei bambini e potrebbe essere causata da un basso apporto di cibi ricchi di questo nutriente, tra cui carne, pesce e verdura a foglia verde.

Le principali cause delle occhiaie nei bambini

Il termine medico per indicare le occhiaie è ipercromia periorbitale. Nella maggior parte dei casi, questi disturbi vanno via da soli o necessitano solo di piccoli accorgimenti. Solo se accompagnati da altri sintomi o se persistono in un lungo periodo, allora è meglio consultare un pediatra.

In molti casi, le occhiaie del bambino non sono associate a condizioni di salute pericolose e fattori di stress e scarso sonno come negli adulti. Spesso, la congestione nasale allarga le vene sotto agli occhi e fa apparire una pigmentazione più scura tendente al blu e al viola.

Le occhiaie nei bambini, in alcuni casi particolari, possono essere causate anche da allergie, come quella al lattice, a un detersivo o a cosmetici o, ancora, alla gomma, al rame o ai metalli.

La comparsa di una sfumatura bluastra sotto gli occhi raramente può essere sintomo di gravi malattie e in tal caso è accompagnata da altri sintomi. Solo in rarissimi casi possono essere sintomo di un tumore maligno, detto neuroblastoma, che colpisce i nervi simpatici. Se le occhiaie del bambino non scompaiono dopo una settimana dalla loro comparsa, è bene consultare un medico.

Ecco l’elenco di tutte le cause principali delle occhiaie più comuni nei bambini:

  • Raffreddore comune;
  • Adenoidi e tonsillite;
  • Genetica;
  • Pelle sottile o carnagione chiara;
  • Lesioni dovute a un trauma;
  • Anemia;
  • Carenza di ferro;
  • Eczema;
  • Eccessiva esposizione al sole;
Salus blog - occhiaie nei bambini

Occhiaie nei bambini: alcuni sintomi che potrebbero richiedere delle cure mediche

Ci sono alcuni sintomi che necessitano di attenzione se accompagnati alla comparsa di occhiaie nei bambini, perché potrebbero richiedere delle cure mediche. In alcuni casi, se si hanno dei dubbi è sempre meglio richiedere l’attenzione di un medico.

Per esempio, se sono accompagnate dal prurito agli occhi, molto probabilmente potrebbero essere un sintomo di congiuntivite. Invece, il naso che cola, abbinato alle occhiaie, potrebbe essere sintomo non solo di raffreddore, ma di un’imminente influenza.

Accompagnate dalla comparsa di tosse potrebbe indicare un’allergia. Anche nel caso in cui compaiano sintomi come viso gonfio e macchie sulla schiena o varie eruzioni cutanee.

Così come il mal di testa, con la presenza di nausea e vomito o con la comparsa di difficoltà alle vie respiratorie, potrebbero segnalare anche una possibile infezione.

Se compaiono macchie bianche nella gola o nelle tonsille, probabilmente si ha una forte allergia o una tonsillite.

Occhiaie nei bambini: trattamento e prevenzione

Prima di iniziare qualsiasi trattamento ed attuare qualsiasi rimedio è necessario sempre consultare il pediatra. Nessuno meglio di un medico può consigliarvi il meglio per il benessere e la salute, grazie alla sua esperienza e ai suoi anni di studi.

Tuttavia, esistono dei trattamenti naturali che possono essere preparati in casa per attenuare il colore bluastro delle occhiaie.  Per esempio, appoggiare delle fette di cetriolo potrebbe rilassare i muscoli intorno alla zona oculare e attenuare le occhiaie. Anche delle bustine di camomilla potrebbero lenire e attenuare il colore scuro.

Massaggiare delicatamente la palpebra anche con dei batuffoli di cotone imbevuti nell’acqua fredda potrebbe alleviare temporaneamente il blu intorno agli occhi.

L’olio alle mandorle può essere un alleato ottimo per schiarire la pelle e migliorare la microcircolazione sanguigna. Anche la curcuma ha proprietà antiossidanti che, mescolate all’acqua di rose e al miele, può rimuovere ed attenuare le borse.

Assumere alimenti ricchi di ferro può aiutare ad attenuare la problematica. Mantenere una dieta sana e nutrizionalmente equilibrata può combattere ad evitare l’insorgere delle occhiaie.

Quando si è all’aperto bisogna assicurarsi di usare una crema SPF corretta ed evitare l’esposizione eccessiva alla luce solare.

Salus blog - occhiaie nei neonati

Occhiaie nei neonati

Per quanto possa sembrare strano, anche i neonati possono presentare le occhiaie. Così come capita per i bambini più grandi nella maggior parte dei casi si tratta di un problema legato ad allergie.

In molti casi potrebbe essere un fattore ereditario ed uno dei due genitori potrebbe avere questa caratteristica. Non è detto che il bimbo, crescendo, debba avere le occhiaie per tutta la vita. Potrebbe benissimo essere un fattore che andrà a svanire con il tempo.

È bene non preoccuparsi in modo eccessivo perché le occhiaie nei neonati sono una caratteristica molto comune, specie se sono già presenti dai primissimi giorni di nascita. In alcuni casi possono essere causate dallo sforzo che ha subito durante il momento del parto.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email