Seguici su:
Salus Blog - Sintomi problemi vista bambini
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Problemi di vista nei bambini: quali sono e come riconoscerli

I sintomi dei problemi di vista nei bambini possono non essere sempre facilmente riconoscibili da parte del genitore.

Il bambino, talvolta, può manifestare dei sintomi lievi e non essere in grado di riconoscere il problema da solo. Per questo il genitore ha il compito di osservare lo stato di salute degli occhi del bimbo e svolgere periodici controlli da uno specialista, in modo da riconoscere tempestivamente alcuni disturbi legati alla vista e poter attuare delle cure a scopo correttivo.

Problemi di vista nei bambini sintomi: quali sono le patologie più frequenti?

I problemi di vista nei bambini generalmente possono presentarsi con la crescita oppure essere congeniti, quindi comparire già nei primissimi mesi di vita.

Miopia

La miopia è un difetto visivo che può presentarsi già dai primi anni di età nel bambino.

In presenza di questa patologia, i raggi luminosi provenienti dall’esterno non si focalizzano direttamente sulla retina, ma davanti ad essa.

In questo caso generalmente la difficoltà riscontrata è quella di mettere a fuoco le immagini lontane.

Ipermetropia

Nell’ipermetropia il punto focale delle immagini è posto dietro alla retina, quindi le immagini non vengono focalizzate direttamente su di essa, ma dietro.

L’ipermetropia può essere congenita e quindi presente già dalla nascita, causando difficoltà nel vedere gli oggetti e le immagini da vicino.

Salus Blog - Sintomi problemi vista bambini

Astigmatismo

L’astigmatismo è rappresentato da un’asimmetria della curvatura della cornea e del cristallino, tale per cui i raggi luminosi provenienti da diverse angolazioni colpiscono in maniera non uniforme la retina.

In questo caso la messa a fuoco avviene in più punti della retina e causa vista offuscata da lontano e da vicino.

Ambliopia

Conosciuta anche con il nome di occhio pigro, questo disturbo comporta una riduzione della vista da un occhio, con una differenza di almeno 3/10 rispetto all’altro.

Strabismo

Si tratta di un disallineamento degli assi visivi che provoca una deviazione dello sguardo in cui gli occhi tengono a rivolgersi l’uno verso l’altro oppure in angolazioni diverse.

Lo strabismo può comparire già nei primi mesi di età ed è importante diagnosticarlo tempestivamente in quanto può essere corretto nel bambino, ma non in età adulta.

Discromatopsia

La discromatopsia o daltonismo è una patologia visiva caratterizzata da un’alterata percezione dei colori.

Il disturbo è di natura genetica e comporta un’incapacità totale o parziale di distinguere i colori, scambiandoli o non riuscendo ad associarli correttamente a quelli reali.

| Sponsorizzato
Salus Blog - Sintomi problemi vista bambini

Problemi di vista nei bambini sintomi

I problemi di vista nei bambini non sempre manifestano sintomi chiari e distinguibili. Talvolta, infatti, il bambino non è in grado di percepirli come un’alterazione della vista, a meno che essi non siano particolarmente evidenti.

Un consulto periodico da un oculista permette di monitorare lo stato di salute oculare del bambino e di prevenire o correggere tempestivamente alcune patologie.

I sintomi più frequenti dei problemi di vista possono essere i seguenti.

  • Strizzare frequentemente le palpebre: il bambino potrebbe strizzare frequentemente le palpebre per riuscire a mettere meglio a fuoco o per una sensazione di bruciore o dolore legata ad un disturbo della vista;
  • Mal di testa frequenti: specialmente quando il dolore è localizzato a livello oculare e frontale, sono spesso sinonimo di un problema alla vista dovuto dallo sforzo intenso da parte degli occhi;
  • Testa inclinata da un lato: può essere un tentativo da parte del bambino di posizionare la testa in un orientamento che gli permetta di avere una visione migliore da parte dell’occhio più sano;
  • Strofinare spesso gli occhi: oltre che strizzare frequentemente le palpebre, il bambino potrebbe strofinare gli occhi per placare una sensazione di dolore, bruciore o fastidio dovuti ad uno sforzo nel mettere meglio a fuoco un’immagine;
  • Occhi non allineati e diversi tra loro: gli occhi possono sembrare troppo grandi, troppo piccoli, di dimensioni diverse, avere un’iride irregolare oppure bulbi oculari non allineati;
  • Intolleranza alla luce: un ulteriore segnale che il bambino possa avere un problema legato alla vista è attribuito da un eccessivo e prolungato fastidio nei confronti della luce, che gli impedisce di mettere a fuoco le immagini o provoca giramenti di testa, bruciore agli occhi e difficoltà di orientamento;
  • Avvicinare gli oggetti: se il bambino non è in grado di mettere bene a fuoco l’oggetto che ha di fronte o le pagine di lettura, potrebbe avvicinarli agli occhi molto di sovente.

Il tuo periodo fertile

Condividi questo post