Seguici su:
Salus Blog - salire le scale fa bene
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Salire le scale fa bene? Ecco perché sì

Una domanda che molte persone si pongono è se salire le scale faccia bene. Il dubbio, probabilmente, nasce dal fatto che spesso, soprattutto per chi non è molto allenato, fare le scale provoca uno sforzo a cui non siamo molto abituati.

In realtà, salire le scale fa bene, sia al cuore sia alla muscolatura e alla struttura scheletrica, oltre al fatto che è un esercizio molto semplice da praticare in molte situazioni.

Vittime, e spesso complici, delle comodità, oggi siamo molto più abituati a usare gli ascensori rispetto a fare le scale a piedi. Un po’ per la necessità di fare in fretta, un po’ per evitare di entrare nel posto di lavoro o a casa di amici con il fiatone, tendiamo a scegliere sempre la soluzione più rapida e a prendere l’ascensore. Un tempo, quando gli ascensori erano meno diffusi o addirittura non c’erano, salire le scale era un esercizio quotidiano, che permetteva di mantenersi in forma.

Oggi, invece, per quanto magari scegliamo la palestra per tenerci in forma, finiamo per evitare qualche rampa di scale, a meno che non sia possibile fare diversamente.

Eppure, oggi i medici sono concordi nel sostenere che fare le scale fa bene, a condizione di non essere in una condizione fisica personale che lo sconsigli.

Salus Blog - salire le scale fa bene

I benefici di salire le scale

Da un punto di vista pratico, salire le scale è un esercizio che si può svolgere comunemente durante la giornata, senza che questo richieda attrezzature particolari o l’andare in palestra.

Anzi, ci sono attrezzature, come lo stepper, che riproducono proprio il movimento che si esegue quando si salgono le scale.

Evitare di prendere l’ascensore è un piccolo esercizio che può essere utile nel contrasto alla sedentarietà.

Si tratta infatti di un esercizio completo che coinvolge un notevole numero di gruppi muscolari e che permette di rinforzarli rapidamente.

Ecco, dunque, quali sono i benefici se si salgono le scale di frequente:

  • Salire le scale fa bene in quanto coinvolge un numero elevato di muscoli: rispetto ad altre attività come la corsa, la camminata veloce interessa un numero maggiore di muscoli. Muoversi su un terreno piatto, infatti, influisce in modo meno importante sulla muscolatura dei glutei, che invece sono sollecitati quando si salgono gli scalini. Inoltre, il sollevamento verso l’alto impegna maggiormente il quadricipite e i muscoli posteriori della coscia.
  • Le scale aumentano l’equilibrio: superare uno scalino impegna e sollecita i muscoli e i tendini degli arti superiori, in particolare i muscoli stabilizzatori e i tendini del perone. Per salire le scale è necessario, infatti, un maggiore equilibrio rispetto a quando si fa il passo in piano.
  • Salire gli scalini comporta un allenamento cardio a basso impatto. Lo sforzo è maggiore rispetto a quando si procede in piano perché, oltre ad avanzare, si deve sostenere il peso del corpo. Pertanto si tratta di un allenamento di tipo cardio, che provoca un immediato aumento del battito cardiaco. Tuttavia, non è ad alto impatto e, a meno che si corra su per le scale, il battito cardiaco non dovrebbe superare certi livelli, come avviene invece quando l’attività cardio è molto intensa. In tal caso, è opportuno chiedersi se non si sta procedendo troppo rapidamente ed eventualmente rivolgersi al proprio medico.
  • Salire le scale ripetutamente durante la giornata anche se per intervalli di tempo brevi migliora la forma fisica. In proposito sono stati presentati diversi studi scientifici sulla base dei quali sembrerebbe che l’allenamento sulle scale a intermittenza avrebbe migliori risultati rispetto a un allenamento continuo per un tempo prolungato.
  • L’abitudine a salire le scale fa bene al cuore e diminuisce il rischio di mortalità: è quello che risulta da uno studio[1] pubblicato dall’Harvard Health Alumni Study, in base al quale ci sarebbe una relazione tra il numero di piani saliti ogni settimana e la mortalità causata da disturbi cardiovascolari.

 

Salus Blog - salire le scale fa bene

Solo salire le scale fa bene o anche scenderle?

Molti si chiedono, poi, se solo percorrere le scale in salita sia utile al benessere generale oppure se abbiano effetti positivi anche i percorsi in discesa.

Quello che va rilevato immediatamente è che quando si sale o si scende vengono coinvolti gruppi muscolari diversi.

Nella salita, infatti, sono sollecitati maggiormente i glutei, la parte posteriore della coscia e il quadricipite, mentre nella discesa è prevalentemente il quadricipite a sostenere lo sforzo maggiore, in quanto è sottoposto al controllo della spinta della forza di gravità.

Diverso è invece l’impatto dal punto di vista dello sforzo cardiaco: scendere non provoca un aumento del battito cardiaco, rimanendo una attività di tipo aerobico e non cardio.

Per avere il massimo beneficio, è opportuno seguire alcune buone norme, sia quando si sale sia quando si scende:

  • Mantenere una buona postura per sollecitare al meglio i gruppi muscolari ed evitare infortuni o affaticamenti;
  • Iniziare lentamente, soprattutto in salita;
  • Controllare il respiro: la respirazione diaframmatica è quella più consigliata, in quanto consente di sfruttare al meglio l’attività dei polmoni e di risparmiare energia. Inoltre, consente di eliminare la sensazione di affanno e riduce l’ansia e lo stress.
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email