Sport e tecnologia: perché utilizzarla quando si corre
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Sport e tecnologia: perché utilizzarla quando si corre

La tecnologia negli ultimi anni si è evoluta notevolmente ampliando il suo raggio d’azione in molti settori. Non poteva fare eccezione il mondo dello sport e, in particolare, quello della corsa.

L’utilizzo di strumenti tecnologici sempre più evoluti, uniti alle app digitali, offrono molte opportunità in campo sportivo. Non solo relativamente alle performance con il monitoraggio delle prestazioni e la programmazione e registrazione degli allenamenti, ma anche per quanto riguarda l’aspetto legato alla salute.

La possibilità di registrare in tempo reale il battito cardiaco, per esempio, è di notevole importanza per tenere monitorate le condizioni fisiche e valutare le performance indipendentemente dal livello di preparazione agonistica.  

Del resto, l’utilizzo della tecnologia nel running non è una novità: quello che oggi costituisce la vera rivoluzione è il fatto che i device più moderni hanno allargato il campo a chiunque voglia sfruttarla. I costi più ridotti, la semplicità d’uso e il fatto che siano integrabili con lo smartphone ha aperto il mercato anche a chi non è un professionista.

Senza contare che, nei tempi più recenti, le potenzialità degli orologi da polso, i cosiddetti smartwatch o sportwatch, hanno notevolmente semplificato l’uso.

A che cosa servono i supporti tecnologici nel running.

Se, come si è detto, l’abbinamento tecnologia-sport non è una novità, è altrettanto vero che una diffusione così massiva è piuttosto recente e senza dubbio legata allo sviluppo delle app.

Sono sempre più numerose le app dedicate che non solo permettono ai professionisti e agli esperti di monitorare le loro performance, ma che attraggono i novizi con servizi che guidano e insegnano fino a sfociare nel social.

Di conseguenza, i supporti tecnologici non solo aiutano nell’aspetto più strettamente legato allo svolgimento dell’attività sportiva, ma coinvolgono il pubblico facendo leva sul concetto di sfida e sulla condivisione dei risultati.

Gli sportivi, dunque, non sarebbero solo aiutati a correre meglio e a mantenere più ordinato il programma di allenamento, ma sarebbero più motivati.

Le funzioni principali dei supporti tecnologici nel running

I supporti tecnologici applicati allo sport utilizzano tecnologie diverse che vanno da quelle più semplici a quelle più raffinate, anche a seconda del livello dell’atleta.

Non si tratta solo di running, ma anche di altri sport come il ciclismo o il fitness, e possono incidere in modo significativo sulle prestazioni dello sportivo.

Sotto forma di smartwatch, bracciali o misuratori hanno funzioni più o meno avanzate che integrano con app di vario genere.

Cardiofrequenzimetro

Si tratta senza dubbio di una delle funzioni più importanti presenti nei supporti tecnologici. Registra le pulsazioni del battito cardiaco in tempo reale, permettendo di valutare il loro andamento in relazione alla prestazione sportiva.  È molto utile per poter tarare le proprie prestazioni e capire come impostare i propri allenamenti. Poiché regista il battito in modo continuo, anche a riposo, è possibile rendersi conto di quale è il battito cardiaco fisiologico e di tenerne conto nell’organizzazione dei propri obiettivi.

Si tratta di un dispositivo non recentissimo, almeno a livello di ideazione. Già negli anni ’80, infatti, veniva utilizzato attraverso una fascia toracica che trasmetteva segnali elettromagnetici. Si trattava, però, di uno strumento piuttosto elaborato e ingombrante, oltre che costoso.

Oggi non solo è una funzione presente nella maggior parte degli smartphone, ma anche in piccoli bracciali, dal prezzo contenuto e con un buon livello di precisione.

|Sponsorizzato

Segnale GPS

Un’altra funzione che ha rivoluzionato il mondo dello sport è quella che ha integrato i device con il segnale GPS. Presente da ormai alcuni anni negli smartphone, anche i cosiddetti “orologi intelligenti” permettono di registrare i percorsi e geolocalizzarli. Ma non solo: in connessione con sofisticate app sono in grado di fornire statistiche di ogni tipo: dalle calorie bruciate al dislivello del tracciato fino alla velocità di percorrenza nelle sue varie forme (massima, media, minima, etc.).

Dei vari dati, poi, viene tenuta traccia attraverso le funzioni offerte dalle diverse app. In questo modo è possibile registrare i propri progressi e incrociarli con altri dati come quelli, per esempio, relativi alla dieta.

Insomma, in un unico strumento, è possibile avere tutta una serie di informazioni estremamente complete che contribuiscono a preparare un quadro completo del proprio allenamento sportivo.

La geolocalizzazione ha la funzione anche di aiutare nell’orientamento: nel device in genere sono inserite anche tool come bussola e altimetro, utili nel caso di trekking in zone che non si conoscono o dove è facile perdere l’orientamento.

Webmarketing, SEO e SEM - Softplaceweb

Connettività e social

A seconda dei vari modelli e delle app a cui si collegano, molti device permettono di collegarsi ai vari social e condividere le proprie performance.

Oltre ai classici whatsapp e facebook, alcune app offrono una rete social dedicata a cui accedono persone con gli stessi interessi sportivi. In questo modo si possono condividere i propri traguardi e confrontarsi sulle proprie performance. Si tratta di un sistema stimolante che crea collegamenti virtuali tra persone diverse che, pur a distanza, possono diventare un punto di riferimento per migliorarsi e avere utili consigli.

Sistemi di misurazione a riposo

Se per l’attività sportiva possono essere molto utili sistemi come gli smartwatch, anche a riposo, magari proprio in seguito all’attività sportiva, è utile tenere sotto traccia la salute del proprio cuore. Esistono misuratori digitali da polso che tengono monitorata la pressione arteriosa, utilizzando una tecnologia molto simile a quella degli smartphone. In collegamento con app dedicate inviano i dati pressori e registrano eventuali irregolarità, avvisando tramite un segnale acustico.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli e consigli che potrebbero interessarti

Salus Blog Raffreddore nei bambini come alleviare sintomi

Raffreddore nei bambini: come alleviare i sintomi

Il raffreddore nei bambini è una delle patologie più frequenti tra quelle che colpiscono le vie aeree. Sebbene, in genere, il raffreddore non sia una patologia pericolosa, i sintomi possono essere fastidiosi, soprattutto quando il bambino è molto piccolo e non è in grado di soffiarsi il naso da solo.

Leggi Tutto »