Seguici su:
Salus-blog-casa-ecosostenibile
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Case ecosostenibili: il benessere per il pianeta e la salute

Oggi più che mai viene posta l’attenzione sulla crisi ambientale che stiamo vivendo.

Un approccio alla vita ecosostenibile significherebbe una maggior salute per noi e per la nostra Terra.

Scegliere una casa ecosostenibile è sicuramente un grande traguardo e impegno ambientale.

La bioedilizia nasce proprio per progettare e costruire edifici nel modo più ecologico possibile, in grado di ridurre al minimo il loro impatto ambientale.

È stimato infatti che il settore edile sia uno dei maggiori responsabili della crisi ambientale, soprattutto per via del suo elevato consumo di energia.

Questo tipo di edilizia mira a ristrutturare o costruire nuovi edifici, utilizzando e sfruttando le cosiddette energie pulite, come quella solare, eolica o idroelettrica.

Vengono utilizzati solo materiali sostenibili, per cui non sarà solo l’ambiente a trarre benefici da questa bioarchitettura, ma anche la salute di chi ci abita.

L’utilizzo di materiali ecologici consente una salubrità migliore dell’aria a cui siamo sottoposti quotidianamente in casa.

I benefici di una casa ecosostenibile

Una casa a impatto zero può essere la soluzione?

Oggigiorno l’inquinamento indoor e l’aria che respiriamo nelle nostre abitazioni risultano essere altamente nocivi per la salute.

Senza accorgercene inaliamo continuamente sostanze che minano il nostro benessere.

I principali responsabili sono gli impianti di condizionamento, le vernici e tutti i materiali delle abitazioni tradizionali.

Una casa ecologica ha come unico ostacolo l’investimento iniziale più elevato.

I materiali naturali utilizzati per edificarle però, consentirà a noi di respirare un’aria più pulita e all’ambiente un concreto aiuto nel non contaminarlo.

Si creerà un vero e proprio microclima salubre e naturale, risparmiando notevolmente sulle bollette.

Salus-blo-casa-ecosostenibile

Come sono fatte le case ecosostenibili

L’aspetto fondamentale ed imprescindibile per una casa ecosostenibile è la scelta dei materiali.

I costi del materiale ecologico che sostituisce quello tradizionale sono sicuramente più elevati: avremo ottime agevolazioni grazie a bonus e detrazioni, come l’Ecobonus.

Un aspetto non trascurabile è senz’altro il risparmio a lungo termine che avremmo grazie a questo tipo di dimora che ci mostrerà una drastica diminuzione dei consumi, con un conseguente calo delle bollette.

Il materiale ecologico per eccellenza è il legno derivato da foreste controllate, questo per non incrementare o andare incontro alla piaga della deforestazione.

Da sempre utilizzato per la costruzione di abitazioni è molto flessibile e resistente, si adatta perfettamente sia per essere trasformato in pareti che pavimenti.

Oltre al legno troviamo molti altri materiali come l’argilla, l’alluminio, il calcestruzzo, il sughero e la canapa.

Per quanto riguarda l’isolamento termico si utilizza prevalentemente la lana di roccia e quella minerale.

Per il riscaldamento la soluzione migliore è risultata essere quello a pavimento, per ridurre i consumi, e la pompa di calore alimentata da pannelli fotovoltaici.

|Sponsorizzato

I passaggi per edificare una casa ecosostenibile sono:

  • individuare un terreno edificabile nel totale rispetto della natura circostante e di eventuali vincoli paesaggistici
  • progettare la struttura e l’architettura dell’abitazione con perizia per non deturpare la natura
  • ottenere il permesso di costruzione dopo aver presentato il progetto, può variare tra i tre e i sei mesi
  • i lavori di costruzione che possono richiedere oltre sei mesi, tenendo conto delle tempistiche per l’approvvigionamento dei materiali e degli imprevisti, soprattutto dovuti alle condizioni metereologiche

I costi per investire nella costruzione di una casa ecologica, escluso il terreno edificabile, variano da circa un minimo di 70.000 fino a 200.000 euro, a seconda anche degli optional e gli abbellimenti desiderati.

Nella costante ottica del risparmio di energia è consigliato devolvere parte del budget nella domotica, per avere una casa smart munita di timer che spengono automaticamente le luci e altri accorgimenti.

Se si investe per una casa che rispetta l’ambiente, è fondamentale la congruenza del condurre anche uno stile di vita ecosostenibile.

Salus-blog-casa-ecosostenibile

Le tiny house

Per uno stile di vita naturale e minimale le Tiny House sono la soluzione migliore.

Piccole e graziose ma con tutto ciò che occorre al loro interno.

Raggiungono al massimo i 50 mq, sono munite di pannelli fotovoltaici ma la maggior parte di queste micro case sfruttano l’esposizione solare per consumare energia elettrica il meno possibile.

Inoltre per risparmiare acqua si può optare per un bagno a secco.

Esistono anche diversi tipi di micro casa ecologica costruite con materiali riciclati: utilizzando container abbandonati o legno pallet.

E se ci fosse la possibilità di avere una casa ecosostenibile a soli 10.000 euro?

In quel caso le tiny house occuperebbero di sicuro un posto nei vostri cuori, così piccole ma piene di magia sapranno accontentare ogni vostra esigenza con una spesa minima.

La casa U.F.O.

Non tutti amano lo stile di vita minimale, chi desidera una vita ecosostenibile immersa nel lusso e nello sfarzo amerà questa dimora così originale.

Stiamo parlando di una casa ecosostenibile spettacolare che si trova negli Stati Uniti.

Un immobile da sogno situato nella contea di Ulster, più precisamente a New Paltz, nello stato di New York.

Immersa nei boschi, circondata da maestosi alberi centenari si cela una bizzarra struttura che i locali hanno battezzato come “la casa U.F.O”, per via del suo aspetto così somigliante a un disco volante.

Si tratta di un prefabbricato costruito interamente con assi di legno.

Ma come mai la scelta di questa forma così particolare?

Perché non solo la dimora dispone di pannelli solari, ma con un semplice telecomando si ha la possibilità di far ruotare interamente la cupola, per ricercare il sole.

Una magica casa da sogno da 200 mq in vendita per 830.000 euro.

La conclusione è che per qualsiasi tipo di budget ed esigenza esiste la possibilità di scegliere una casa ecosostenibile, basterà trovare la propria strada e porre un piccolo tassello in grado di aiutare noi e il nostro pianeta.

|Sponsorizzato

L'esempio del Trentino

Ogni anno a Bolzano si tiene la famosa fiera del settore della bioedilizia: Klimahouse.

Migliaia di visitatori ed esperti del settore la cui filosofia si concretizza con la frase “una costruzione di qualità per una vita di qualità”.

Il Trentino è noto per i suoi edifici ecologici che spaziano da alberghi, case e interi condomini.

La regione autonoma del Trento ha dato vita al progetto ARCA – Architettura Comfort Ambiente: lo scopo è quello di valorizzare gli edifici in legno come leva principale dell’emergente edilizia sostenibile.

Durante la Klimahouse viene infatti organizzato anche un tour per far scoprire ai professionisti del settore le principali strutture ecosostenibili del Trentino: un vero e proprio panorama sulle prodigiose tecniche architettoniche e il loro design ed efficienza.

Salus-blog-casa-ecosostenibile

Valsesia: Mountain Village Cascata d'Otro

Immerso nel verde e perfettamente mimetizzato nella natura, si erge un villaggio composto interamente di edifici ecosostenibili.

Un complesso residenziale magico e senza tempo con strutture che vedono come materiali principali il legno e la pietra.

Un villaggio che riprende l’architettura tradizionale delle Alpi dove non mancano comfort e innovazione.

Un esempio meraviglioso di bioedilizia, dove potrete sperimentare cosa voglia dire vivere in una casa ecosostenibile e addentrarvi nei boschi, che portano alla impetuosa e spettacolare Cascata del Torrente Otro.

Condividi questo post