Seguici su:
denti-da-latte-quanti-sono-e-quando-spuntano
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Quanti sono i denti da latte e quando spuntano?

La dentizione da latte, detta anche dentizione decidua, è un processo che interessa tutti i bambini e inizia, generalmente, nei primi mesi di vita e prosegue fino ai tre anni circa.

Sebbene ci siano delle differenze tra un bambino e l’altro, che riguardano sia l’età in cui sorgono i dentini sia la modalità in base alla quale spuntano, ci sono però delle tappe obbligate da cui passano tutti i bambini.

Spesso, assieme alla crescita dei denti da latte, si possono manifestare dei sintomi più o meno fastidiosi, che possono creare piccoli grandi disturbi. Soprattutto il momento in cui spunta il primo dente rappresenta una fase piuttosto delicata della vita del neonato.

Quali sono i denti da latte?

I denti da latte sono i primi che spuntano nella vita del bambino e sono destinati a cadere attorno ai 6 anni di età.

La dentizione decidua è composta da 20 denti, così suddivisa:

  • Due incisivi centrali e due laterali per ogni arcata;

  • Due canini per ogni arcata;

  • Quattro molari per ogni arcata.

denti-da-latte-quanti-sono-e-quando-spuntano

Quando spuntano i denti da latte?

Generalmente i primi denti da latte spuntano tra i 4 e gli 8 mesi del neonato, ma non ci si deve allarmare se ciò avvenisse anche dopo, in quanto le tappe dello sviluppo dei bambini non sono sempre perfettamente identiche per tutti, ma possono presentare alcune differenze.

I primi dentini che spuntano di solito sono i due incisivi centrali inferiori, seguiti da i due incisivi centrali superiori, quindi dai laterali. Il calendario della dentizione da latte:

  • Incisivi laterali e centrali superiori e inferiori spuntano dal quarto-quinto mese fin verso l’anno, iniziando dall’arca inferiore;

  • I primi molari compaiono tra l’anno e l’anno e mezzo di età;

  • I canini spuntano tra l’anno e mezzo e di due anni;

  • I secondi molari tra i venti e i trenta mesi.

Si chiamano denti decidui proprio perché non sono definitivi, ma sono destinati a cadere, quando spunteranno, invece, i denti permanenti.

Fin da quando spuntano, i dentini richiedono una corretta igiene dentale, sia per evitare carie precoci sia per abituare fin da subito il bimbo all’igiene della bocca. 

I sintomi della dentizione

Quando inizia la dentizione da latte, il bimbo è ancora molto piccolo e non sempre è facile interpretarne i sintomi. Inoltre, può succedere che da un bambino all’altro vi siano sintomi molto diversi: per qualcuno può essere un lieve fastidio mentre per altri bambini può rappresentare quasi un vero e proprio tormento.

In genere, i segnali del fatto che sta per spuntare un dente possono essere:

  • Aumento della salivazione: si tratta di uno dei segni più tipici della dentizione da latte ed è causata dal fatto che le mucose gengivali si stirano per permettere la fuoriuscita del dente. In alcuni bambini la saliva può provocare irritazione e dermatite;

  • Disturbi alle gengive come gonfiore e irritabilità: quando il dente sta per spuntare, si nota che la gengiva è gonfia, a causa dell’infiammazione provocata dal dente che preme. Proprio per questo si registra un certo nervosismo e una irritabilità da parte del bambino;

  • Inappetenza: spesso in questi casi il contatto con il cibo provoca dolore, per questo motivo il bambino potrebbe rifiutarsi di mangiare. In alcuni casi, i bambini provano sollievo nel momento in cui il cibo è freddo, in quanto il freddo ha una funzione anestetizzante. In commercio si trovano massaggiagengive che contengono un gel e si possono mettere in frigorifero per un maggiore sollievo alle gengive infiammate;

  • Dermatite localizzata soprattutto nelle aree attorno alla bocca: si tratta di una conseguenza dell’aumento di salivazione e dello sfregamento di quell’area;

  • Rialzo febbrile: in concomitanza con l’eruzione dei primi dentini possono verificarsi episodi febbrili, così come diarrea e dolori alla pancia. In realtà, non si tratta di una conseguenza diretta della dentizione, ma è dovuto al fatto che in questo periodo, passando dall’allattamento al seno a una alimentazione mista, si abbassano le difese immunitarie in quanto gli anticorpi materni non proteggono più il bambino. In questa fase, il neonato è più vulnerabile nel momento in cui entra in contatto con agenti patogeni. Anche per questo è più esposto a dermatiti.

|Sponsorizzato
denti-da-latte-quanti-sono-e-quando-spuntano

Caduta dei denti da latte: quando inizia?

Per un certo periodo della vita del bambino, denti da latte e denti permanenti convivono.

I denti permanenti, infatti, iniziano a spuntare attorno al sesto anno di età del bambino e proseguono fino all’adolescenza e oltre. Man mano che crescono i denti definitivi, prendono il posto dei denti da latte.

I denti permanenti sono trentadue, sedici per ogni arcata:

  • 2 incisi centrali e 2 incisivi laterali

  • 2 canini

  • 4 premolari

  • 6 molari.

La loro crescita segue uno schema simile rispetto a quello dei denti da latte: iniziano a spuntare gli incisivi centrali inferiori per poi proseguire con gli incisivi laterali e così via.

Allo stesso modo la caduta dei denti da latte segue, in linea di massima, lo stesso ordine con cui sono comparsi.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email