Seguici su:
Salus Blog - dentizione
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Quanti denti abbiamo? Dentizione step by step

I primi dentini sono un traguardo importante per il proprio bambino e conoscere le fasi della dentizione può essere importante per capirne i sintomi e il periodo in cui possono manifestarsi.

Con dentizione si intende la comparsa dei denti, da latte nell’infanzia e permanenti in seguito, nella cavità orale.

La dentizione si presenta in due grandi step fondamentali: la dentizione decidua e la dentizione permanente.

Dentizione decidua e dentizione permanente: quali sono le differenze?

La dentizione decidua identifica la comparsa di quelli che comunemente vengono chiamati denti da latte.

In questa fase il bambino possiede 20 denti in totale, 10 per ciascuna arcata: 4 incisivi, 2 canini e 4 molari per arcata.

La dentizione permanente rappresenta, invece, la comparsa dei denti che sostituiscono quelli da latte e che rimarranno in maniera appunto ‘permanente’.

I denti permanenti sono in totale 32: 4 incisivi, 2 canini, 4 premolari e 6 molari per ciascuna arcata dentale.

Durante la fase di transizione, che avviene dai 6 ai 12 anni, i decidui vengono sostituiti dai permanenti, tuttavia alcuni di questi possono irrompere anche in età adulta o non comparire affatto.

Salus Blog - dentizione

La dentizione nei neonati

La dentizione ha inizio in età neonatale e può essere per il neonato, oltre che per i genitori, un momento dolente.

La dentizione nei neonati ha inizio dal settimo al decimo mese, in cui compaiono i primi dentini: gli incisivi centrali inferiori iniziano a spuntare intorno ai 5-7 mesi, mentre gli incisivi centrali superiori intorno ai 6-8 mesi.

Gli incisivi laterali inferiori iniziano ad uscire intorno ai 7-10 mesi, invece gli incisivi laterali superiori emergono intorno agli 8-11 mesi.

Dai 10 ai 16 mesi iniziano ad emergere i molari, dai 16 ai 20 mesi i canini e dai 20 ai 30 mesi i secondi molari.

In questa fase della dentizione è importante che il genitore colga i segnali che il proprio bambino trasmette, che possono essere sintomo di un fastidio causato dalla comparsa dei primi denti nei neonati.

Sebbene non tutti i neonati avvertano questa sensazione, i sintomi più comuni sono diversi e riconoscerli tempestivamente può aiutare il proprio bambino ad avere un maggiore sollievo.

Dentizione nei neonati: i sintomi

Comunemente si può pensare che la dentizione nei neonati comporti una vera e propria sensazione di dolore nel bambino a cui non si sa come porre rimedio. In realtà, ad eccezione di casi specifici, il bambino può avvertire generalmente una sensazione di fastidio generalizzata alle gengive, che può essere alleviata.

Il bambino in questo periodo può presentare irritabilità, cali di appetito, disturbi del sonno e, talvolta, qualche leggera linea di febbre. A questi si possono, inoltre, aggiungere gengive gonfie e livide.

Dei metodi efficaci per dare sollievo al proprio bambino durante la comparsa dei primi dentini possono essere l’utilizzo di massaggiatori gengivali refrigerati, che possono essere acquistati in negozi per bambini o in farmacia, applicare dei gel specifici sulle gengive e massaggiare delicatamente oppure adottare dei rimedi naturali collocando della scorza di limone o dei chiodi di garofano sulle gengive.

In casi di evidente dolore o fastidio acuto può essere opportuno somministrare dei farmaci analgesici sotto prescrizione da parte del pediatra.

Salus Blog - dentizione

La dentizione nei bambini

La dentizione nei bambini rappresenta un momento di maggiore consapevolezza per il bambino, che avverte un minore fastidio rispetto alla fase neonatale.

Dai 6 ai 12 anni si verifica la fase della dentizione mista, in cui nell’arco del tempo, i denti da latte vengono sostituiti da quelli permanenti in via di eruzione.

Nello specifico verso i 6 anni avviene l’eruzione dei primi molari permanenti, intorno ai 6-7 anni degli incisivi centrali e verso i 7-8 anni gli incisivi laterali.

In seguito, i premolari iniziano a spuntare intorno ai 9 anni, i canini intorno ai 9-11 anni, i secondi premolari verso i 10-11 anni e, infine, i secondi molari verso i 12.

I terzi molari possono irrompere in età adulta, dai 17 ai 30 anni o, in molti casi, non spuntare del tutto, senza arrecare particolare fastidio.

La cura e l’igiene dentale devono essere mantenute già dalle primissime fasi della dentizione, in quanto le infezioni e le carie possono rappresentare un problema già dai primi anni di vita.

È opportuno, quindi, effettuare dei controlli dal dentista o dall’igienista già in età infantile per controllare lo stato di salute dei denti e delle gengive e attuare delle buone prassi per una pulizia e igiene profonda della bocca.

| Sponsorizzato
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email