Seguici su:
Salus blog - polpacci snelli esercizi
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Polpacci snelli e muscolosi: gli esercizi per evitare le gambe da ciclista

Molti sportivi, soprattutto donne, desiderano migliorare il proprio aspetto fisico con l’attività sportiva. I polpacci snelli sono senza dubbio uno dei principali obiettivi: le diete infatti non sempre sono sufficienti a modellare questa parte del corpo.

Molti si chiedono, però, se l’attività fisica serva a snellire i polpacci o se, al contrario, non sia controproducente e possa dare origine alle cosiddette gambe da ciclista.

Salus blog - polpacci snelli e muscolosi

Gambe da ciclista: mito o realtà?

Spesso si sente parlare di gambe da ciclista come un fenomeno negativo: nel sentire comune, infatti, pedalare in bicicletta è vista come una attività che può provocare un eccessivo sviluppo muscolare del polpaccio, con conseguenze antiestetiche.

Effettivamente è fuor di dubbio che la pedalata sollecita il muscolo della gamba, ma ciò non toglie che i muscoli coinvolti non sono solo quelli degli arti inferiori, ma la pratica della bicicletta si presenta come uno sport completo che riguarda tutto il corpo:

  • Per mantenersi in equilibrio mentre si pedala, è necessario l’appoggio delle braccia e il sostegno del tronco. I muscoli dorsali e quelli delle braccia rimangono a lungo contratti, soprattutto quando le gambe danno una spinta intensa, come avviene, per esempio, in salita o negli scatti.
  • Il genere l’attività sportiva come la bicicletta ha una durata piuttosto lunga: lo sforzo aerobico richiede un sostegno da parte di tutte le fasce muscolari che, nello sforzo, bruciano calorie.
  • A differenza di quel che si pensa, non è solo il polpaccio a sostenere lo sforzo delle gambe, ma anche i muscoli della parte alta della gamba, ovvero i cosiddetti muscoli femorali, sono intensamente coinvolti. Infatti, non è raro che chi pratica ciclismo a livello agonistico abbia un sensibile aumento di volume della coscia piuttosto che del polpaccio.
  • Oltre alle braccia, anche i muscoli della parte superiore del corpo, in particolare spalle e collo, contribuiscono al mantenimento dell’equilibrio.
  • Addominali e pettorali contribuiscono a mantenere diritto il busto nel momento in cui non si appoggia al sellino.  

Tuttavia, secondo gli esperti, per evitare che la bicicletta provochi le gambe da ciclista, bisognerebbe pedalare in modo leggero, tralasciando salite e terreni sconnessi. Meglio una pedalata in pianura, con una andatura costante ma non troppo intensa.

Salus blog - esercizi per evitare le gambe da cicllista

Gli sport da evitare per non avere gambe da ciclista

 

In ogni caso, le attività che richiedono una contrazione molto rapida del muscolo con continue ripetizioni portano più facilmente alla crescita muscolare.

Gli esercizi di potenziamento muscolare, sia con attrezzi come il leg curl, sia nelle attività a corpo libero, provocano un aumento della massa muscolare. Se non si vuole avere muscoli troppo grandi nelle gambe, meglio evitare questo tipo di esercizi.

  • Anche il salto con la corda può essere considerato un esercizio di potenziamento muscolare degli arti inferiori, soprattutto se le ripetizioni vengono fatte a ritmo sostenuto.
  • La corsa veloce e con il tapis roulant potrebbero avere un effetto negativo sull’estetica della gamba: la postura corretta, infatti, richiede l’appoggio della punta del piede e una notevole sollecitazione del muscolo del polpaccio.

Polpacci snelli: allungare i muscoli e assottigliare le gambe

Se si desidera assottigliare le gambe, è consigliabile scegliere esercizi che allungano i muscoli anziché potenziarne la massa.

Ovviamente la scelta degli esercizi dovrà comunque essere in linea con il tipo di sport per cui ci si allena, quindi è indispensabile farsi consigliare dal proprio preparatore atletico.

  • Yoga e pilates sono due discipline, per certi versi simili tra di loro, che lavorano sull’armonia, la flessibilità e l’elasticità del corpo. Aiutano a rinforzare la struttura muscolare senza tuttavia potenziarla eccessivamente. Di conseguenza, sono consigliati anche per chi vuole migliorare l’estetica delle proprie gambe, senza ritrovarsi gambe da ciclista o da culturista.
  • Il nuoto è senza dubbio considerato uno degli sport migliori per affinare le gambe. Lo sforzo muscolare, infatti, viene ridotto dall’acqua e l’acqua stessa ha una funzione massaggiante che aiuta a rassodare e tonificare.
  • Pattinaggio e danza sono due attività che contribuiscono a tornire le gambe. Fino a qualche tempo fa, anche la danza era vittima di un luogo comune, secondo la quale era causa di polpacci troppo grossi. In realtà, anche in questo caso molto dipende dalla struttura fisica personale ma anche dal tipo di allenamento che si svolge.
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email