Seguici su:
Salus blog - igienizzanti mani
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Igienizzanti per le mani: come sceglierli

Gli igienizzanti per le mani sono diventati molto di moda negli ultimi mesi. Del resto, a causa della pandemia è diventato sempre più importante mantenere le misure igieniche corrette e, soprattutto quando si è fuori casa, è fondamentale avere sempre a disposizione un igienizzante per le mani.

Oggi sul mercato sono disponibili diversi tipologie: dalle salviette al gel fino agli spray, c’è una soluzione per ogni esigenza, l’importante è la salute pubblica.

La funzione del disinfettante per le mani, infatti, è quella di eliminare virus e batteri con i quali di può entrare inavvertitamente in contatto quando ci si trova fuori casa. Ma, viceversa, serve anche a proteggere gli altri dai nostri agenti patogeni che potremmo trasferire alle altre superfici, con le quali potrebbero entrare a contatto altre persone.

Tuttavia, nel momento in cui si deve acquistarli, è importante sapere che cosa contengono e scegliere il più adatto alle proprie esigenze.

Che cosa sono gli igienizzanti per mani

Come detto, gli igienizzanti per le mani sono delle sostanze, in forma liquida o aerea, che servono per eliminare i germi dalle mani. La scelta migliore per igienizzarsi le mani è sempre rappresentata dall’acqua e sapone. Non solo perché è efficace a livello igienico, ma anche perché è la scelta con minime controindicazioni, soprattutto se si usano saponette o sapone liquido neutri.

Tuttavia, quando si è fuori casa o si ha necessità di igienizzarsi le mani rapidamente, l’igienizzante a base alcolica è l’alternativa migliore.

Perché sia efficace l’igienizzante deve contenere almeno il 60% di alcol, al quale sono aggiunti acqua e altri componenti che idratano ed evitano la secchezza della pelle, come la glicerina.

Esistono, poi, due tipologie di igienizzanti diverse: gli igienizzanti cosmetici e gli igienizzanti presidi medico-chirurgici e biocidi.

Salus blog - igienizzanti mani

Gli igienizzanti cosmetici

Gli igienizzanti classificati come cosmetici sono dei disinfettanti che hanno come funzione primaria quella di mantenere in buono stato la pelle delle mani e solo come funzione secondaria quella di disinfettare. Di solito, si tratta di igienizzanti in gel e hanno al loro interno sostanze che aiutano a mantenere la pelle morbida e ben idratata.

Non sempre, però, negli igienizzanti cosmetici è indicata la percentuale di alcol che contengono. Per essere efficaci e quindi utilizzati con funzione disinfettante devono comunque avere almeno il 60% di alcol e deve essere indicato sull’etichetta.

Questa è infatti la percentuale indicata dalle linee guida dell’OMS per avere una corretta igienizzazione delle mani.

Salus Blog - come igienizzare le mani

Gli igienizzanti presidi medico-chirurgici e biocidi

Gli igienizzanti presidi medico-chirurgici e biocidi sono delle formulazioni in gel che contengono almeno il 60% di alcol. Di solito sia l’appartenenza a questa categoria sia la percentuale di alcol sono espressamente indicati dall’etichetta.

Quello che, invece, può essere meno esplicito sono gli altri ingredienti che, in alcuni casi, sono raggruppati genericamente sotto le voci eccipienti, etc.

Se in questo caso si può essere tranquilli per quanto riguarda la sicurezza nella disinfezione anche contro virus come quello del covid-19, bisogna però fare attenzione quando si usano affinché non siano troppo aggressivi e non danneggino la flora batterica. In questo caso, potrebbero verificarsi dermatiti o disturbi della pelle.

Igienizzante per le mani: come scegliere il più adatto

Per essere certi dell’azione disinfettante dell’igienizzante per le mani, è indispensabile scegliere un prodotto che contenga alcol e che riporti sull’etichetta l’indicazione della percentuale di alcol presente. Altrimenti non si può essere certi che gli agenti patogeni vengano contrastati con la necessaria efficacia.

Per quanto riguarda il formato, si può scegliere tra salviette, gel e spray:

  • Le salviette igienizzanti hanno il vantaggio di seccare meno la pelle rispetto al gel o allo spray, in quanto la quantità di prodotto che rimane sulla pelle è inferiore. Tuttavia, se non vengono usate correttamente e passate in tutte le parti delle mani potrebbero non essere sufficientemente efficaci. Inoltre, vanno smaltite immediatamente per evitare di contaminare l’ambiente esterno.
  • Il gel igienizzante è forse il tipo di prodotto più utilizzato per disinfettare le mani fuori casa. È molto pratico ed efficace, tuttavia se non è di buona qualità o se viene utilizzato troppo frequentemente può seccare le mani o provocare infiammazioni. Meglio sempre rivolgersi a marche di buona qualità che attestino il fatto di essere presidio medico-chirurgico.
  • Lo spray igienizzante è più pratico e facile da dosare. È sufficiente una spruzzata e poi fregare le mani per diffonderlo dappertutto, cosa che non sempre avviene con il gel o le salviette. Tra gli altri vantaggi, di solito secca meno le mani e può essere utilizzato anche sulle superfici. Lo svantaggio, invece, è che se ne consuma di più e che può essere pericoloso per i bambini che potrebbero spruzzarlo inavvertitamente negli occhi.
Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email