Seguici su:
Salus Blog - Naso chiuso nei bambini
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Naso chiuso nei bambini: i rimedi

Il naso chiuso può comportare una serie di fastidi e complicazioni nella vita quotidiana del bambino e impedirgli, in particolar modo, di riposare al meglio.

In alcuni casi, specialmente nei bambini più piccoli e in età neonatale, la capacità polmonare può essere ridotta rispetto a quella di un adulto, per questo motivo è importante adottare una serie di rimedi che permettano di liberare tempestivamente le vie aeree del bambino e donare sollievo.

Avere in casa un umidificatore può essere un rimedio efficace casalingo per dare sollievo alla congestione nasale dei più piccoli. Nella maggior parte dei casi il naso chiuso nei bambini è dovuto al raffreddore e in altri casi potrebbe essere sintomo di allergie.

Il raffreddore è causato da virus e, nella maggior parte dei casi, va via da solo, ma se persiste nel tempo è bene consultare il medico, specie se accompagnato da altri sintomi.

Salus Blog - Naso chiuso nei bambini

Motivi per i quali può insorgere una congestione nasale

Se il bambino è di età minore di 3 anni, potrebbe essere una bella sfida capire perché il naso è chiuso. Il raffreddore è la causa principale perché stanno appena iniziando a sviluppare l’immunità verso i virus più comuni.

La prima cosa da fare è dunque quella di scoprire la causa della congestione nasale. I vari motivi che possono causare il naso chiuso nei bambini sono i seguenti:

  • Allergie: le allergie sono accompagnate da altri sintomi, possono anche causare prurito, lacrimazione e, di solito, non causano febbre.
  • Influenza: l’influenza provoca sintomi simili al raffreddore, anche se i sintomi tendono ad essere più gravi, può essere accompagnata da tosse e stati febbrili, a volte da vomito e diarrea e il bambino può presentare sintomi, anche molto invalidanti, per molti giorni.
  • Infezioni batteriche: anche un’infezione batterica del seno nasale può causare congestione; questo potrebbe avvenire subito dopo ad un raffreddore.
  • Anomalie strutturali: a volte, il bambino può presentare anomalie con la struttura del proprio sistema respiratorio. Potrebbe avere un setto deviato o adenoidi ingrossate. I bambini che sembrano sempre congestionati dovrebbero consultare un medico.

La congestione nasale può portare a problemi come la sinusite e può causare la difficolta ad alimentarsi e rendere difficile dormire.

Se il bambino ha il naso che cola e le secrezioni mucose sono chiare ed acquose con la tendenza a diventare di colore bianco o verde chiaro, è probabile che sia causato da un virus.

Consigli e rimedi per il naso chiuso nei bambini

È molto importante idratare i bambini, in quanto la congestione nasale può peggiorare durante la notte e quando i bambini dormono con la bocca aperta, possono svegliarsi ed avere sete. Durante il periodo di raffreddore, bisogna assicurarsi di bere molta più acqua del solito perché acqua e liquidi sono in grado di fluidificare di più il muco.

Inoltre, è preferibile sollevare la testa con dei cuscini per farli respirare meglio mentre dormono. Se si tratta di raffreddore o altre infezioni è bene cambiare sovente la biancheria ed effettuare lavaggi frequenti delle mani e altre misure igieniche per controllare la diffusione dei microrganismi patogeni.

Mantenere l’aria pulita nella stanza, aprire le finestre e fare circolare l’aria quotidianamente può avere un impatto significativo per migliorare la salute e la qualità dell’aria.  Se si è affetti da infezioni e raffreddore si guarisce prima e si riduce la possibilità di contagiare i membri della famiglia. Far entrare dell’aria pulita abbassa la concentrazione dei microbi ed è un’operazione da fare sovente per avere sempre aria fresca e pulita e prevenire il naso chiuso nei bambini.

Salus Blog - Naso chiuso nei bambini

Come liberare il naso dei bambini dalla congestione

Quando il naso del bambino si presenta ostruito è meglio liberarlo perché respirare è una funzione di vitale importanza. Mentre gli adulti possono soffiarsi il naso e liberarsi tranquillamente, i bambini non hanno ancora sviluppato questa abilità ed è molto difficile assicurarsi che abbiano svolto questa operazione in modo corretto.

È meglio ricorrere ad altri rimedi molto più efficaci. Ecco alcuni modi naturali in cui puoi aiutare a pulire il naso del bambino

Spray nasali salini

Sono utili per lenire il naso irritato e possono anche aiutare a sciogliere il muco, quello più denso. Se usati in una stanza piena di vapore agiscono al meglio, specialmente durante il bagnetto. Questi prodotti sono disponibili senza ricetta medica ed è consigliabile eseguire queste operazioni un quarto d’ora prima dei pasti e prima di andare a letto.

Aspiratore nasale elettrico

Ne esistono di vari tipi e sono degli ottimi alleati per liberare il naso in modo ottimale.

L’aspiratore nasale elettrico è un dispositivo che riesce a rimuovere il muco accumulato nel naso. Ne esistono di vari tipi, ma il concetto è il medesimo: tutti utilizzano l’aspirazione per rimuovere il muco dal naso e permette di mantenere le cavità nasali pulite anche dei bambini più piccoli.

Umidificatore

Aiuta ad alleviare la tosse secca e riduce la congestione nasale. Mettere un umidificatore nella stanza del bambino, specialmente durante il sonno, può essere considerato un rimedio efficace.

Se posizionato vicino alla culla può aiutare il bambino a respirare meglio. Anche quando il bambino è sano la presenza di un umidificatore aggiunge umidità all’aria secca che può aiutare ad alleviare la pelle irritata che tende a seccarsi. L’aria secca provoca il naso chiuso e un umidificatore è molto utile, specialmente nel periodo invernale quando si ha il riscaldamento acceso o durante il periodo estivo, quando si ha l’aria condizionata accesa.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email