Seguici su:

Salus Blog Mascherine ffp2 e ffp3 quali sono caratteristiche specifiche azienda 3m
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Mascherine FFP2 e FFP3: quali sono le caratteristiche specifiche dei modelli dell'azienda 3M?

Quando ci sono periodi di emergenza sanitaria, come quello causato dal covid-19, i dispositivi di protezione sanitaria come le mascherine sono particolarmente importanti per proteggere dal contagio.

Se durante il lockdown erano utili soprattutto ai medici e a chi era costretto a stare a contatto con persone contagiate, nelle fasi successive la loro importanza si è estesa a tutte le persone, in quanto le misure di isolamento e distanziamento fisico sono state allentante e i contatti tra le persone sono tornati quasi alla normalità.

Sono molto numerose le aziende produttrici di mascherine e le numerose tipologie in commercio rischiano di creare confusione nel potenziale acquirente, poco informato sulle differenze.

In particolare, si sente molto spesso parlare di mascherine FFP2 e FFP3, ma molto sovente le persone non conoscono le differenze tra le due tipologie, che vengono prodotte da una delle aziende da anni maggiormente quotata nel settore: la 3M.

Mascherine FFP2 e FFP3: caratteristiche e differenze

Le mascherine FFP2 ed FFP3 possiedono caratteristiche simili, ma anche alcune differenze sostanziali.  Entrambi gli articoli, che possiedono caratteristiche idonee alla protezione dai virus e, in particolare, da quello del covid-19, sono definiti anche come respiratore monouso.

Le loro caratteristiche principali, che le distinguono dalle altre mascherine, sono:

  • Tecnologia con filtro: si tratta di una valvola che assicura a chi la indossa una bassa resistenza alla respirazione. Tale tecnologia consente di ottenere un netto miglioramento del proprio comfort, rendendo oltremodo semplice la respirazione dall’interno verso l’esterno; in particolar modo, la valvola della mascherina con tecnologia FFP3 è strutturata per assicurare una maggiore riduzione dell’umidità e dell’accumulo di calore dovuti alla respirazione all’interno di essa;

  • Design moderno composto da 3 lembi: la forma delle mascherine FFP2 e FFP3 della 3M è strutturata secondo un design altamente innovativo giacché si adatta a numerose tipologie e forme di volti, con dimensioni differenti tra loro. Essa, inoltre, assicura movimenti del volto più fluidi quando si parla, è particolarmente comoda quando la si indossa ed è facilissima da conservare, quando non serve utilizzarla.

  • Lembo nasale sagomato: questa caratteristica delle mascherine 3M rende ancora più adattabile la stessa sulla zona naso-occhi-zigomi. Il design ricurvo accompagna perfettamente la forma del naso, lasciando a chi la indossa un’ottima visibilità, senza compromettere la funzione di eventuali occhiali indossati. In più, la mascherina FFP3, possiede l’aletta posta sul mento che aiuta, ancora di più, a posizionare il presidio in maniera perfetta e regolare. Inoltre, la mascherina FFP3 della 3M è dotata dell’ausilio degli stringitesta, elastici colorati che aiutano a definirne l’identificazione.

Entrambe le tipologie di mascherine 3M, la FFP2 e la FFP3, sono acquistabili in confezione singola. In questo modo, se ne preserva l’igiene oltre che la funzionalità del respiratore stesso, assicurandosi di non contaminarlo prima del suo effettivo utilizzo.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email