Seguici su:
Salus Blog - Osteoporosi E Menopausa
SALUS BLOG
SALUS BLOG

Osteoporosi e menopausa: che relazione hanno?

L’osteoporosi[1] è la malattia ossea più comune nella popolazione generale. È caratterizzata da bassa massa ossea, deterioramento del tessuto osseo e compromissione della sua architettura, con conseguente riduzione della resistenza e aumento del rischio di frattura.

In particolare, spesso insorge a valle della menopausa: molte donne ne vengono colpite proprio in concomitanza con questa fase della loro vita.

Che cos’è l’osteoporosi

L’osteoporosi è un una patologia per la quale le ossa perdono massa e subiscono una diminuzione di calcio in esse contenuto.

Il tessuto osseo, osservato al microscopio, presenta una caratteristica struttura a nido d’ape. Quando si analizza un osso affetto da osteoporosi, si può notare come gli spazi tra le strutture interne siano maggiori rispetto alla norma: ciò avviene anche a causa della riduzione di calcio presente nelle ossa.

La riduzione di densità e il cambiamento della microarchitettura ossea rende le ossa più fragili e notevolmente più esposte a fratture. Si calcola, infatti, che dopo una certa età l’osteoporosi sia una delle cause più frequenti di fratture.

Salus Blog - Osteoporosi E Menopausa

Perché le ossa soggette a osteoporosi si rompono

Lo scheletro è caratterizzato da un processo di formazione e riassorbimento continuo. L’osteoporosi si verifica nel momento in cui il riassorbimento non è più sufficientemente compensato dalla nuova formazione. Tra le principali cellule ossee vi sono gli osteoblasti e gli osteoclasti:
  • Gli osteoblasti sono le cellule che servono alla formazione ossea grazie alla mineralizzazione ossea;
  • Gli osteoclasti sono responsabili del riassorbimento osseo[2].
Quando non c’è equilibrio nella regolazione di queste cellule, potrebbe non esserci una sufficiente formazione ossea per compensare il riassorbimento messo in atto dagli osteoclasti. Si tratta di un processo durante il quale, in questa situazione di mancanza di equilibrio, si possono verificare fratture da fragilità: ciò implica che le ossa si rompano anche in presenza di un lieve trauma di entità inferiore a ciò che si potrebbe pensare. Non è raro che gli anziani subiscano fratture: in questi casi, le fratture da fragilità più frequenti sono quelle che interessano il femore, le vertebre, il radio.

Menopausa: come si lega all’osteoporosi

Nelle donne è frequente che l’osteoporosi abbia inizio con la menopausa. Durante la menopausa, infatti, si registra un sensibile cambiamento ormonale con la diminuzione della produzione degli estrogeni. La riduzione della quantità di questi ormoni condiziona il processo di rimodellamento del tessuto osseo. Anche nella menopausa l’osso è interessato dal rimodellamento, dalla formazione e dal riassorbimento delle cellule, ma ciò avviene con una perdita della massa stimata attorno al 2% all’anno[3]. Ciò significa che, se non contrastata in tempo, questa degenerazione provoca nel corso del tempo un continuo indebolimento, tanto che il rischio di fratture può aumentare significativamente[3].
Salus Blog - Osteoporosi E Menopausa

Le cause dell’osteoporosi in menopausa

Oggi gli studi scientifici hanno ampiamente dimostrato la correlazione tra la menopausa e l’osteoporosi[4]. In particolare, in relazione alla carenza di estrogeni, i cui livelli fisiologicamente si abbassano quando termina il periodo riproduttivo.

Oltre al cambiamento ormonale, l’insorgenza dell’osteoporosi sembra legata anche ad altri fattori, quali:

  • Predisposizione genetica;
  • Dieta povera di calcio;
  • Sedentarietà;
  • Disordini ponderali come eccessiva magrezza o sovrappeso;
  • Patologie come ipertiroidismo;
  • Amenorrea;
  • Stili di vita scorretti come abuso di fumo e alcol.

[1]https://www.salute.gov.it/portale/donna/dettaglioContenutiDonna.jsp?lingua=italiano&id=4491&area=Salute%20donna&menu=patologie

[2] https://www.iss.it/documents/20126/45616/17_40_web.pdf/3680f99c-4d3a-edfd-7ed5-979b5430e56c?t=1581095745836

[3] https://www.sigo.it/wp-content/uploads/2015/10/08Menop_Osteo_5orosi_143-1821.pdf

[4] https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1171_ulterioriallegati_ulterioreallegato_0_alleg.pdf

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email